Ufficio di Rappresentanza

  • Home / Ufficio di Rappresentanza

Ufficio di Rappresentanza

Presenza societaria di soggetti esteri in Italia

L’espansione all’estero di un’impresa può avvenire in vari modi, in via esemplificativa sottoscrivendo contratti d’agenzia con operatori indipendenti, mediante l’apertura di un ufficio di rappresentanza, oppure attraverso una o più società controllate. Le diverse opzioni disponibili, presentano caratteristiche profondamente diverse dal punto di vista amministrativo e fiscale, da cui conseguono rilevanti conseguenze in tema di livello impositivo, ottimizzazione della struttura fiscale e, non ultimo, possibili rischi legati all’azione accertativa svolta da parte delle amministrazione fiscali dei Paesi coinvolti.

Le società di diritto straniero che desiderano avviare un’attività all’interno del territorio italiano dispongono di diverse opportunità. Le forme maggiormente tipiche attraverso cui un soggetto non-residente può sviluppare la sua presenza sul mercato italiano sono le seguenti:

  • apertura di una sede secondaria con rappresentanza stabile (una sede fissa d’affari attraverso la quale l’impresa non residente esercita in tutto o in parte la sua attività sul territorio dello Stato)
  • l’operatore estero ha la possibilità di aprire un ufficio di rappresentanza in Italia;
  • costituzione di una società o ente dotato di autonomia giuridica;

Che ne diresti se potessi avviare un’attività in Italia in pochissimo tempo ed a costi ridotti, senza dover versare il capitale sociale? Ecco una soluzione semplice che garantisce una serie di vantaggi economico-finanziari. La legge italiana fornisce la possibilità di iscrivere all’Ufficio delle Entrate e alla Camera di Commercio la succursale di una società estera.

Aprire un ufficio di rappresentanza in Italia

L’ufficio di rappresentanza costituisce la più snella forma di penetrazione diretta sul mercato straniero o, nel caso in esame, sul mercato italiano. Esso infatti consente di promuoversi direttamente sul territorio, con bassi costi di costituzione e gestione e senza acquisire, a differenza delle altre soluzioni delineate, soggettività tributaria nel Paese straniero.

L’ufficio di rappresentanza svolge una funzione meramente ausiliaria e preparatoria alla penetrazione dell’azienda sul mercato estero: in esso sono concentrate attività promozionali e pubblicitarie, di raccolta di informazioni, di ricerca scientifica o di mercato, e non anche attività produttive o commerciali in senso proprio. Si può pertanto affermare che l’ufficio di rappresentanza, non esercitando direttamente alcuna attività imprenditoriale (di produzione o di vendita), costituisce un semplice centro di costo.
In ragione del fatto che, come si è detto, l’ufficio di rappresentanza appare come mero centro di costo (di norma, integralmente deducibile per l’impresa madre) che non produce alcun reddito, non qualificabile peraltro neppure come stabile organizzazione, lo stesso non soggiace agli obblighi previsti per le sedi secondarie: ciò comporta che la società estera non sia tenuta a depositare l’atto costitutivo e i bilanci. Tuttavia, permane l’obbligo di pubblicità al Registro delle imprese in quanto la sua istituzione deve essere denunciata per l’aggiornamento del cosiddetto Repertorio delle notizie economiche e amministrative.

La sede secondaria con rappresentanza stabile si ha quando quando l’ufficio di rappresentanza, nonostante la sua formale denominazione, svolge nei fatti anche attività produttive o commerciali.

Ti serve assistenza? Contattaci per ottenere informazioni dettagliate su come svolgere attività commerciali in Italia o all’estero.

Aprire una filiale in Italia | Costituzione stabile organizzazione in Italia | Ufficio di rappresentanza in Italia di società estera
Apertura sede secondaria | Società estera con sede secondaria in Italia | Aprire una filiale in Italia